Calciomercato Milan, Robben ha un destino rossonero

Tottenham-Milan 0-0  robben_esulta.jpgha decretato l’addio dei rossoneri all’importante manifestazione continentale. Sicuramente una delusione sul piano sportivo, ma il bicchiere può essere visto anche mezzo pieno: da adesso in avanti, infatti, la squadra di Allegri potrà concentrarsi appieno sulla corsa scudetto.E proprio il massimo campionato italiano ha fatto ieri un bel regalo a Zlatan Ibrahimovic e compagni. Il pareggio per 1-1 tra Brescia e Inter nell’anticipo della 29/a giornata dà infatti la possibilità ai rossoneri di portare addirittura a 7 i punti di vantaggio sui cugini nerazzurri, visto che domani il Milan ospiterà il Bari per una sfida dal finale piuttosto scontato. E sette punti di vantaggio a sole nove giornate dal termine della stagione sono davvero tanti. Derby meneghino e sfide delicate permettendo.Dal calcio al calciomercato. Il club di via Turati può diventare ancora più olandese. Dopo gli arrivi nel mercato invernale di van Bommel ed Emanuelson, quest’ultimo però ancora un oggetto misterioso, la prossima estate potrebbe aggiungersi quello di Arjen Robben. Il 27 centrocampista offensivo del Bayern Monaco è infatti finito nella lista della spesa di Adriano Galliani. Un desiderio, per ora, o poco più. Con la dirigenza bavarese, del resto, non è ancora partita nessuna trattativa ufficiale, ma in caso di stagione fallimentare per la squadra di van Gaal, Robben potrebbe decidere di cambiare aria.Dopo aver già saggiato i tornei di Olanda, Inghilterra, Spagna e Germania, all’ex calciatore delle merengues non resta che l’esperienza in Serie A, come campionato di alto livello in ambito europeo. Altro dato che farà sognare i tifosi del Diavolo è rappresentato dal fatto che lo stesso Robben abbia espresso la preferenza per i colori rossoneri, in caso di arrivo nel belpaese. La colonia dei tulipani, a partire dal ‘senatore’ Clarence Seedorf, è inoltre pronto ad accoglierlo a braccia aperte. Un altro colpo estivo per un Milan sempre più stellare, a quanto pare, si può fare.

Alessandro Fedele – magazine.ciaopeople.com