Ibra – Thiago: quasi fatta al PSG?

54.jpgThiago Silva e Zlatan Ibrahimovic sono sempre piu vicini al trasferimento in terra francese al Psg di Carlo Ancelotti e Leonardo. Il Milan dovrebbe incassare intorno ai 65 milioni di euro, dove bisognerà aggiungerne oltre un centinaio di risparmi per gli ingaggi al lordo delle tasse. Thiago, fresco di rinnovo e con il contratto in scadenza nel 2017, guadagna 6 milioni l’anno, mentre lo svedese incassa 12 milioni a stagione e la fine del suo accordo con i rossoneri riporta la data del giugno 2014. Raiola è volato in Svezia per convincere Ibrahimovic ad accettare l’offerta del club parigino. L’azzurro Ogbonna in forza al Torino appare in vantaggio sull’altro centrale Dedè del Vasco da Gama, per sostituire Thiago. L’argentino Tevez del Manchester City dovrebbe affiancare Pato nel rinnovato attacco rossonero. Il Milan dunque dopo molti addii a fine stagione, potrebbe perdere altri due pezzi importanti in rosa.

Galliani: mercato chiuso e no ai ritocchi d’ingaggio

fdf.jpgL’ad rossonero Adriano Galliani ai microfoni dei giornalisti prima dell’assemblea della Lega di serie A: il mercato del Milan è “strachiuso” e non sono previsti ritocchi di contratto per nessuno, nemmeno per Kevin Prince Boateng. “Sono affari privati, intanto hanno tutti ingaggi altissimi quindi nessun ritocco a nessuno. Ibrahimovic è incedibile? Ha un contratto ancora per due anni”.

Un acquisto a centrocampo? Ma no, ma no, abbiamo 9 centrocampisti, siamo stracompleti, anche in uscita. Può ancora partire qualcuno come Mesbah, ma nessuno di primo livello. A chi gli domandava se servisse un sostituto di Van Bommel, Galliani ha replicato che “il Van Bommel di turno è Montolivo che lo ha sostituito: può giocare anche centrale così come qualcun altro. Di sicuro siamo in nove e stiamo al completo”. Prosegue invece a rilento la corsa agli abbonamenti. “Siamo un po’ sotto rispetto anno scorso per quanto riguarda i rinnovi però la vendita libera comincia oggi”, ha detto Galliani.

Acquisti Milan al 22 giugno 2012

ACQUISTI:

  • Traorè (Nancy) – parametro zero 
  • Montolivo (Fiorentina) – parametro zero 
  • Gabriel (Cruzeiro) – 500 mila euro
  • Didac Vilà (Espanyol) – rientro prestito
  • Taiwo (Qpr) – rientro prestito
  • Acerbi (Chievo, via Genoa) – comproprietà
  • Kevin Constant (Genoa) prestito con diritto di riscatto

CESSIONI:

  • Zambrotta – fine contratto
  • Nesta –  fine contratto
  • Roma –  fine contratto  
  • Van Bommel (Psv) – fine contratto
  • Aquilani (Liverpool)  fine prestito
  • Merkel (Genoa) –  fine prestito  
  • Inzaghi –  fine contratto  
  • Gattuso (Sion) –  fine contratto
  • Seedorf (Botafogo) –  fine contratto  
  • Maxi Lopez (Catania) – fine prestito


I rossoneri, a meno di sorprese, non faranno i botti durante questo mercato estivo ma comunque un rinforzo in mediana arriverà. Con il Real Madrid restano aperte tre ipotesi: Sahin è la più affascinante, Lassana Diarra invece è il nome più gettonato e potrebbe fare, come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, proprio al caso dei milanisti. Le altre idee sono Fernando Gago e Luca Gigarini. L’argentino è tornato al Real ma non ha neanche sfatto la valigia e il Milan ci sta facendo un pensierino. Anche quella di Cigarini è un’idea a basso profilo ma da non sottovalutare. 

Acquisti Milan,sport,milan,ac milan,calciomercato milan,news,notizie,mercato 2012 milan



Thiago Silva al Psg, questione di giorni?

youfeed-calciomercato-milan-ibra-e-thiago-silva-restano-al-99-9.jpgLa notizia arriva dalla Francia e fa drizzare i capelli ai tifosi rossoneri. Secondo la stampa francese, Thiago Silva sta per andarsene dal Milan. Dopo essere stato per lungo tempo corteggiato dal Barcellona, sembra che il Psg guidato da Ancelotti e il dg. Leonardo, stia per affondare il colpo decisivo per acquistare il forte difensore brasiliano, per una cifra tra i 40 e 50 milioni di euro. L’Equipe infatti assicura di aver avuto informazioni certe da qualcuno che fa parte dell’entourage del magnate del Qatar: la trattativa sarebbe a buon punto, talmente a buon punto da far pronosticare una presentazione del difensore già mercoledì, in occasione dell’apertura ufficiale del mercato. L’ipotesi è suffragata dal fatto che il giocatore si trova già a Parigi dalla mattinata, arrivato direttamente da New York, dove aveva disputato un’amichevole col Brasile contro l’Argentina. Insieme al giocatore c’è uno dei suoi agenti. E su Ibrahimovic, alla domanda se interessa alla sua squadra, Leonardo risponde: “Tutto falso. Non abbiamo mai fatto un’offerta al Milan. Avere contatti con il giocatori o il suo entourage è una cosa, cercare di comprarlo è un’altra”.

Tiziano Crudeli commenta Milan Atalanta 2-0 (02/05/2012)

Tiziano Crudeli commenta Milan Atalanta 2-,Tiziano Crudeli  Milan Atalanta,tiziano crudeli,tiziano crudeli milan atalanra video,crudeli video milan atalanta,milan atalanta,milan atalanta commento crudeli,milan,spoet,newsIl Milan batte per 2-0 l’Atalanta a San Siro e, complice il pareggio inaspettato del Lecce contro la Juventus, riapre il campionato portandosi a -1 dai bianconeri a due partite dal termine. Partita sempre controllata dai rossoneri, scesi in campo con la nuova maglia e capaci di sbloccare rapidamente il punteggio, per poi controllare la sfida nella ripresa fino al raddoppio in tempo di recupero. Gol di Muntari e raddoppio nel finale con Robinho. Prossima sfida per il Milan, il derby contro i cugini, Juventus invece in campo a Trieste contro il Cagliari.

Tiziano Crudeli commenta Udinese – Milan 1-2 (11/02/2012)

Tiziano Crudeli commenta Udinese - Milan 1-2,udinese milan 1-2, tiziano crudeli udinese milan, commento tiziano crudeli udinese milan 11-02-2012,udinese milan 1-2 video,sport,newsIl Milan vince in rimonta al Friuli di Udine e si aggiudica il primo anticipo del sabato della 22° giornata battendo 2-1 l’Udinese. Bianconeri in vantaggio nel primo tempo con Di Natale, ribaltone rossonero nel finale con Maxi Lopez, entrato da pochi minuti, ed El Shaarawy, al solito uno dei pochi brillanti nella squadra di Allegri. In pochi minuti i rossoneri passano così da una sconfitta che avrebbe potuto tagliare loro le gambe in chiave corsa scudetto ad un successo che restituisce entusiasmo e punti pesanti nel momento più delicato della stagione.

Ibra stop, 3 turni di squalifica

1111112-ibra.JPGTre giornate di squalifica per Ibrahimovic dopo lo schiaffo rifilato ad Aronica durante Milan-Napoli di ieri. Il buffetto ad Aronica, per il quale invece non e’ scattata per il momento la prova televisiva dopo la manata a Nocerino, costa dunque cara a Ibrahimovic che saltera’ la gara di sabato contro l’Udinese, quella del 19 febbraio a Cesena ma soprattutto il match-clou di San Siro del 25 contro la Juventus. Il giudice sportivo, Tosel, ha anche inflitto un’ammonizione con diffida e un’ammenda di 3.000 euro al tecnico del Milan, Massimiliano Allegri “per avere, al 43esimo del secondo tempo, uscendo dall’area tecnica, rivolto ad un assistente un’espressione irriguardosa; infrazione rilevata dal quarto uomo.

Tiziano Crudeli commenta Milan Napoli 0-0 (05/02/2012)

ibrahimovic espulso,ibra espulso napoli,commento tiziano crudeli,tiziano crudeli milan napoli,milan napoli commenti tiziano crudeli,milan napoli 0-0,sport,news,notizie, Milan Napoli 05-02-2012Milan e Napoli si dividono la posta a San Siro. Un pareggio a reti inviolate che conferma il trend negativo di questa stagione contro le “grandi”, anche se per come è maturato e al pareggio della Juventus contro il Siena, mantiene il Milan nella scia dei bianconeri lasciando intatto il fascino dello scontro diretto in cartellone a San Siro il 25 febbraio. Seconda volta consecutiva a bocca asciutta, senza segnare un gol, non accadeva dal marzo del 2010 e con l’espulsione di Ibrahimovic a peggiorare la situazione. Nel primo tempo prima occasione per il Napoli con un forte tiro centrale di Marek Hamsik che ha impegnato Christian Abbiati in una parata coi pugni. Nella ripresa, invece, Robinho viene pescato in area da Ibrahimovic e riesce a divorarsi un gol, mettendo il pallone a pochi centimetri dal palo alla destra di De Sanctis. Da rivedere poi l’episodio chiave della partita: l’espulsione di Zlatan Ibrahimovic. A gioco fermo lo svedese si è avvicinato ad Antonio Nocerino mettendogli il braccio intorno al collo, quindi ha allungato la mano andando a colpire il volto di Salvatore Aronica. Un gesto visto solo dal guardalinee Cariolato che convince quindi Rizzoli a estrarre il cartellino rosso, ma nessuno vede lo schiaffo di reazione che Aronica rifila a Nocerino. Nonostante lo 0-0 e l’uomo in meno, il Milan è riuscito ad avere più possesso palla (54%) e a effettuare più tiri: 16 in totale, di cui 9 in porta, contro i 9 complessivi del Napoli (di cui uno in porta).

Tiziano Crudeli commenta Lazio Milan 2-0 (01/02/2012)

ass.jpgBrutta sconfitta per il Milan che cade a Roma contro la Lazio di Reja. Lazio-Milan 2-0 | L’aquila schiaffeggia il Diavolo: rossoneri ko
Il Milan rimane invece fermo al secondo posto, vedendosi avvicinare anche dall’Udinese e la Juventus, pur non giocando, rimane sola in testa con 44 punti. La Lazio, contestata dai propri tifosi all’inizio, non sbaglia nulla e trova i gol della vittoria al 31° e 40° del secondo tempo, con Hernanes e Rocchi. Il Milan può ricriminare per un rigore non dato, ma non può bastare: poche idee e confuse, serata no per Ibra e Robinho, idem la difesa apparsa “ballerina”. Continua la pessima serie di quest’anno contro le prime 7 squadre: solo una vittoria contro la Roma.

Tiziano Crudeli commenta Novara – Milan 0-3 (22/01/2012)

novara - milan 0-3,tiziano crudeli novara - milan 0-3,commento tiziano crudeli novara milan,novara milan 22012012,tiziano crudeli commento milan novara video,video,sport,newsIl Milan vince tre a zero a Novara e resta attaccato alla Juventus, a un solo punto dai bianconeri in classifica. Nel primo tempo i rossoneri giocano al piccolo trotto, ma nel secondo tempo la mossa vincente di Allegri e’ l’inserimento di El Shaarawy, che da’ vivacita’ alla manovra. Cosi’, alla prima disattenzione difensiva dei piemontesi, il Milan passa: Ambrosini pesca Ibrahimovic lasciato solo in area dai difensori azzurri e lo svedese stoppa di petto e infila Ujkani. Il secondo gol lo segna Robinho, mentre la terza rete arriva allo scadere con un colpo di tacco di Ibra.