Lite Allegri – Paparesta – Pistocchi a Mediaset – Video

sd.jpgIl tecnico rossonero è arrivato ai microfoni della redazione sportiva di Mediaset e alla domanda sul discusso rigore, Maurizio Pistocchi e l’ex-arbitro Giancluca Paparesta in studio hanno sostenuto la tesi del fallo di Pato su Manfredini e quindi l’errore di Rizzoli con dei toni che ha fatto sbottare Allegri.

“Questo è un rigore netto: Pato prende posizione a protezione della palla e Manfredini lo travolge – ha dichiarato l’allenatore del Milan – A scuola mi hanno insegnato che in fisica è difficile oltrepassare un corpo solido”.

“Manfredini è davanti a Pato? Ma dove davanti? Paparesta non la pensa così? Paparesta in carriera ne ha dati di molto peggio in carriera. Avete chiesto la mia opinione e ve l’ho data”, ha sbottato Allegri.

Allegri:Il Napoli si nasconde,ma sarà una sfida scudetto

allegri_milan_R375x255_21set10.jpgMILANO, 26 febbraio 2011 – Sarà sfida scudetto. A due giorni da Milan-Napoli, Massimiliano Allegri invita i Mazzarri e i suoi a uscire allo scoperto. L’esclusione di Cavani dall’undici iniziale nella gare di Europa League contro il Villarreal è per il tecnico rossonero la prova che anche a Napoli sono consapevoli della posta in palio. “Speravo che lo schierasse ma è stato molto furbo – dice a proposito della scelta di Mazzarri – anche se si nascondono o tentano di nascondersi, è una sfida scudetto”.

“io e mazzarri? Diversi” — Quella col collega azzurro, toscano come lui, sarà “una sfida dentro la sfida. Lui ha allenato a Livorno, io ci abito, siamo molto differenti ma siamo due sanguigni, anche se lui lo esprime in modo diverso dal mio. Per quanto mi riguarda, penso che non serve sempre alzare la voce o arrabbiarsi, ci sono vari modi per poter essere lo stesso autorevoli”. Milan-Napoli è anche il confronto tra Ibrahimovic e Cavani. L’attaccante uruguaiano “è ancora molto lontano da Ibra, anche se è un giocatore straordinario. Ibra ha detto che per Mourinho avrebbe ucciso? Io non gli chiedo di uccidere, ma di continuare a fare quello che fatto finora. E’ stato un acquisto straimportante per noi e gli chiedo di continuare a dare quel contributo che ci ha dato finora, di fare la differenza in campo”. Trovarsi sulla panchina rossonera è quasi un privilegio per Allegri: “Sono al terzo anno in serie A e avere la possibilità di allenare il Milan può fare invidia a tante persone, per cui mi ritengo fortunato. Ma ora ci sono due mesi decisivi, si decidono lo scudetto, la Coppa Italia e la Champions, noi siamo in corsa su tutti e tre i fronti e speriamo di portare a casa qualcosa”.
Prima stagione al Milan. LaPresse

“pato è straordinario” — Come motivatore si dà un buon 7, ma gestire uno spogliatoio importante come quello del Milan non è facile: “Ogni ragazzo è diverso l’uno dall’altro, c’è a chi gli serve tre volte il bastone e chi tre volte la carota, tocca all’allenatore trovare il giusto equilibrio”. E uno che sembra aver trovato il suo di equilibrio è Pato: “È un ragazzo, un giocatore straordinario, fa un gol ogni due partite, in questo momento è più sereno rispetto a tre mesi fa e questo mi fa un enorme piacere. Vedere Pato allenarsi e giocare è differente rispetto a qualche mese fa”. Infine un invito a Mazzarri: “Non cada in polemiche”.

Gasport-gazzetta.it