Berlusconi, scudetto e compro Ronaldo”

Cristiano-Ronaldo-milan.jpgSfida tricolore — “Il Milan è una squadra che è uscita fuori da un periodo di incidenti anche grazie alla rosa vasta che avevamo approntato e che ci ha consentito di mettere in campo una squadra agguerrita. Siamo in testa alla classifica, inseguiti da questo straordinario Napoli. Il nostro obiettivo è arrivare alla fine del campionato rimanendo in testa alla classifica. Un voto molto alto va al portiere che negli ultimi tempi si è sempre dimostrato decisivo. C’è poi una difesa centrale con Thiago Silva e Nesta sempre bravi, e davanti c’è Pato, eccezionale. Fino a due mesi fa c’era anche Ibrahimovic. Se l’ho sgridato dopo l’espulsione? Io no, ma qualcun altro lo ha fatto. Robinho è un giocatore che amo molto vedere in campo, perchè sa mettere in difficoltà le difese ed anche segnare. Con Ibra squalificato credo che l’allenatore lo metterà in campo come seconda punta. Le avversarie? Napoli e Inter sono temibili, ma è il Milan ad avere nelle sue mani il proprio destino, per le partite che ci restano”.

Premio scudetto — Berlusconi però va anche oltre: “La prossima campagna acquisti, se vinciamo lo scudetto, ci vedrà aggiungere uno o due campioni, e uno di questi potrebbe essere Ronaldo. Qualche giocatore deciderà di lasciarci, anche se spero che Pirlo e Seedorf rimangano. E se si dovesse aggiungere Ronaldo alla nostra rosa credo farebbe piacere a tutti. I sogni a volte si avverano”.

Allegri — “Mi è piaciuto dal primo momento che l’ho incontrato. Anche come persona rappresenta bene l’identità e lo stile del Milan. Un presidente come me, che è da tempo nel calcio, magari può avere le sue idee sui singoli momenti della partita ma non si può pretendere che l’allenatore faccia sempre quello che il presidente vuole. Con Allegri ci sentiamo spesso e facciamo lunghe riflessioni al telefono, trovandoci sempre d’accordo. C’è sintonia ed è destinato ad un bel periodo come allenatore del Milan, continuando la classifica di numeri uno. Come allenatore credo che possa essere il quarto di questa serie dopo Sacchi, Capello e Ancelotti”.

fonte:http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Milan/11-04-2011/silvio-berlusconi-tutto-milan-80815741647.shtml

foto:oggisport.it