La Juventus batte il Milan al Berlusconi: 3-2

Immagine.jpgVa alla Juventus il trofeo Berlusconi, che batte i rossoneri per 3 a 2.

Queste le formazioni:

MILAN: Abbiati; Abate (7′ st Nocerino), Zapata, Yepes, Antonini (1′ st De Sciglio); Flamini (18′ st Traore’), Montolivo, Constant; Boateng (35′ st Valoti), Emanuelson (1′ st Pato), Robinho.

JUVENTUS: Storari; Lucio (1′ st Bonucci), Marrone (44′ st Rugani), Barzagli (24′ st Masi); Padoin (1′ st Lichtsteiner, 42′ st Asamoah), Pogba, Marchisio (1′ st Giaccherini), Vidal (1′ st Pazienza), De Ceglie (1′ st Ziegler); Giovinco (1′ st Matri), Vucinic, (1′ st Quagliarella).

Robinho segna al 9′ con un tap-in, al 12′ di Marchisio che in scivolata devia quanto basta un bel traversone di De Ceglie. Vidal porta in vantaggio la Juventus al 43′ con uno scatto sul filo del fuorigioco, dribbling secco su Yepes e con Abbiati infilato sul primo palo. Matri al 64′ tutto solo, incorna un preciso cross di Giaccherini e da buon ex non esulta, portando però sul 3-1 la partita. In chiusura, al 77′, Robinho accorcia le disanze, procurandosi e realizzando un calcio di rigore.

L’ultima partita prima degli impegni ufficiali non è molto rassicurante per la squadra di Allegri, fra l’altro già altalenante nelle precedenti uscite d’estate: positivo Robinho, qualcosa di buono sul piano del possesso palla, ma poco altro.

Intanto Antonio Cassano, tramite le dichiarazioni di Galliani, ha chiesto di essere ceduto. L’ipotesi più probabile è quella di uno scambio con i cugini chiedendo Pazzini.

Galliani: Cassano resta. Sondaggio per Kakà e Pedro Leon

kakà-real-madrid.jpgAdriano Galliani, ha allontanato le voci su una possibile partenza del talento barese Antonio Cassano. Le parole del dirigente rossonero sembrano una risposta a distanza a quelle di Sinisa Mihajlovic, cheaveva commentato con un certo entusiasmo l’indiscrezione di un possibile approdo in maglia viola di Fantantonio: “Cassano è un grande giocatore – aveva detto Mihajlovic -. Se ha motivazioni giuste e se si mette in testa di allenarsi bene, può far comodo a qualsiasi squadra. Gestirlo può non essere facile, ma io non ho problemi perché questo vale per tutti i giocatori importanti”.

Ora toccherà a Cassano decidere il suo futuro: se vorrà mettersi in gioco e lottare per un posto da titolare che potrebbe essere decisivo in vista della convocazione ai prossimi Europei, allora Fantantonio resterà in rossonero, altrimenti l’ipotesi Fiorentina sarebbe più che percorribile, ancor più in caso di scambio con Riccardo Montolivo, ormai destinato alla cessione in casa viola.

Intanto l’ad rossonero avrebbe incontrato Florentino Perez. Tema centrale della conversazione, come riferiscono diversi media iberici, Ricardo Kakà. L’interesse del Milan per il brasiliano è noto, ma la trattativa per un ritorno in rossonero sembra difficile. Il Milan avrebbe proposto il prestito, ma il Real non sembra disposto ad accettare: il nodo resta quello dell’ingaggio da nove milioni netti
 
Nell’incontro si sarebbe anche parlato di Pedro Leon. Galliani ha chiesto informazioni sul centrocampista, che non rientra più nei piani dei madrileni e nella scorsa stagione ha giocato in prestito al Getafe: rispetto a Kakà, in questo caso sarebbe decisamente più facile raggiungere un accordo sia sulla formula del prestito che sul pagamento dell’ingaggio