Calciomercato Milan: dopo Bojan, colpo De Jong

cvxd.jpgColpo del Milan che si aggiudicato Bojan, passato in prestito dal Barcellona dopo l’annata, non troppo esaltante a Roma con i giallorossi. Lo spagnolo è pronto a riscattarsi.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione a Milanello, dichiara: ”alla Roma ho giocato poco e arrivare qui al Milan e’ un passo avanti per me, sono qui per restare, non ho esitato a dire si’. E’ una societa’ con grande storia, andavo matto per Inzaghi. Non ho paura di niente, neache di arrivare qui dopo Ibrahimovic. Non e’ stato un anno facile a Roma ma ho imparato tanto. Voglio far bene e aiutare la squadra. Voglio rimanere qui dopo il prestito. Fin dal primo giorno qui e’ stato incredibile. La squadra mi ha accolto benissimo. Milanello e’ qualcosa di incredibile. Arrivare a Milano e’ stato il regalo piu’ bello‘.

Bojan ha quindi concluso: ”Qui c’e’ tanta qualita’, dobbiamo lavorare tanto ogni giorno per vincere. Qui ci sono grandi attaccanti, posso giocare con tutti: decidera’ il mister. Posso giocare ovunque in attacco, io voglio giocare e basta”.

Intanto, altro olpo del Milan, che ha preso dal Manchester City De Jong. Il centrocampista olandese è arrivato in serata a Milano accompagnato da Braida e dall’intermediario Riso. L’accordo fra le due società è stato trovato sulla base di 4 milioni. Galliani in serata è apparso raggiante: «Allegri adesso non si può più nascondere. Con gli arrivi di Pazzini, Bojan e De Jong il Milan deve lottare per lo scudetto e non per il terzo posto».

Pazzini – Cassano, scambio Inter-Milan

tr.jpgCassano all’Inter, Pazzini al Milan. Mancava solo l’ufficialità, adesso è arrivata anche quella.

«Benvenuto Pazzo!» si legge sul sito rossonero, che si è già allenato questa mattina con i suoi nuovi compagni di squadra sui campi del Centro sportivo di Milanello.

Sono felicissimo di essere arrivato al Milan, non si può dire di no ad una squadra così. Posso dare entusiasmo e trasmettere voglia di far bene fin da subito. Sono andati via diversi senatori, è vero. Forse adesso si avverte meno entusiasmo, ma sarà una sfida per noi far tornare numerosi tifosi ad appassionarsi dei colori rossoneri, dichiara Giampalo Pazzini.

Il Pazzo e Fantantonio dovrebbero mantenere le stesse scadenze e lo stesso stipendio.