Tiziano Crudeli commenta Bologna Milan 2-2 (11/12/2011)

bologna milanIl Milan rallenta a Bologna tra le polemiche. La sfida del Dall’Ara finisce 2-2: un risultato tutto sommato giusto al termine di 90′ spettacolari in cui il peggiore in campo è stato l’arbitro Rocchi. Pronti, via e Ibra fa tremare la traversa: i rossoneri partono forte e dopo soli 3′ lo svedese spara un missile su punizione che centra il legno. Superato lo shock iniziale il Bologna inizia a tessere trame interessanti e si presenta per la prima volta al tiro alle soglie del 10′ con Di Vaio: destro sul fondo, ma è solo la prova generale del gol. Passa un minuto e il n.9, tenuto in gioco da Thiago Silva su un lancio partito addirittura dall’area emiliana, fa centro con un pallonetto millimetrico che scavalca Amelia. La reazione non si fa attendere e la gioia del Bologna per il gol del vantaggio dura soli cinque minuti: è Seedorf a ristabilire la parità con un destro all’incrocio dei pali imprendibile per Gillet. Nel finale di primo tempo il Bologna reclama il rigore, ma per Rocchi un braccio di Seedorf in area è tutto regolare. Al 70′, Raggi scalcia Ibra in area e l’arbitro concede il rigore: dal dischetto lo svedese non sbaglia e il Milan mette la freccia per la prima volta. Il Bologna raddrizza le cose dopo nemmeno un minuto, complice una papera di Amelia su un sinistro non irresistibile di Diamanti: il pallone sfugge al portiere, è il 2-2.