Kakà torna al Milan?

kaka-milan.jpgKakà vicino al ritorno a Milano. Adriano Galliani ha infatti ammesso di “aver trovato l’accordo con il Real Madrid” per il ritorno del giocatore in rossonero ma, ha spiegato, “dobbiamo ora trattare con il giocatore”. Al brasiliano è stato proposto un contratto biennale che prevede ovviamente una forte riduzione dell’attuale ingaggio. La palla è insomma nei piedi di Kakà: se accetta la proposta di Galliani è fatta.

“Abbiamo ricevuto la telefonata che aspettavamo, ma l’accordo non c’è ancora. Per il momento non si è sbloccato. Vediamo. Abbiamo tempo fino alle nove perché l’aereo parte alle dieci. Vediamo se Ricky sale con noi o no”.

Diretta streaming Valencia-Milan (27/07/2013)

wpid-nonton_bareng_milan_valencia-300x160.jpegValencia-Milan che va in scena stasera,  27 luglio alle ore 20 allo stadio Mestalla, sarà la partita di apertura della Guinness International Champions Cup 2013, competizione internazionale che vedrà impegnate anche Inter, Juventus, Real Madrid, Chelsea, Everton e Los Angeles Galaxy.

Probabili formazioni Valencia-Milan: Valencia (4-3-3): Guaita; Pereira, Costa, Rami, Mathieu; Parejo, Banega, Canales; Feghouli, Soldado, Jonas.
Milan (4-3-1-2): Abbiati; Antonini, Mexes, Zaccardo, Constant; De Jong, Nocerino, Poli; Boateng; Niang, Robinho.

Per la diretta streaming della partita, clicca qui!

Primo test stagione 2013/2014: Milan vince 5-1 contro la Pergolettese

gh56.jpgNel primo, vero test-match stagionale, il Milan vince 5-1 a Milanello contro la Pergolettese, neo-promossa in Seconda Divisione. Gli uomini di Allegri davanti a 3000 persone, che deve ancora fare a meno degli azzurri oltre che di Poli, Saponara e Muntari, si impongono sotto il diluvio con le reti di Traorè, Emanuelson, Robinho, Boateng e Petagna. La prima frazione si chiude sul 3-0 per i rossoneri. Per i ragazzi allenati da Tacchinardi, arriva nel finale il gol della bandiera ad opera di Zanola.

Milan in campo cosi nel primo tempo: Gabriel, Zaccardo, Bonera, Zapata, Antonini, Traore, De Jong, Nocerino, Emanuelson, Niang, Robinho.

Nella ripresa: Gabriel, Strasser, Zapata, Mexes, Constant, Traorè, Cristante, Nocerino, Robinho, Petagna, Emanuellson.

Rabbia Boateng: “Non so se ha ancora senso giocare in Italia”

1690321-13.jpg“Non è qualcosa che puoi scrollarti di dosso e basta. Ci dormirò su tre notti e la prossima settimana incontrerò il mio agente Roger Wittmann e vedremo se ha ancora senso continuare a giocare in Italia”.

Kevin-Prince Boateng confessa al quotidiano tedesco Bild la sua amarezza e le sue perplessità, dopo quanto accaduto sul campo di Busto Arsizio dove proprio lui è stato bersaglio di beceri cori a sfondo razzista. “Quando è troppo, è troppo, il razzismo non ha nessun posto nel calcio”, spiega il Boa.

Parole di profondo sconcerto che potrebbero preludere a un addio dopo la decisione di Pato di lasciare Milanello per rientrare in Brasile. “Ho potuto sentire i primi versi da scimmia dopo cinque minuti, all’inizio non ho pensato nulla ma poi si sono ripetuti e sono andato dall’arbitro avvertendolo che se fossero proseguiti avrei lasciato il campo. Ha provato a calmarmi ma quando sono ricominciati i cori, allora ho pensato “adesso basta, non continuerò a giocare”.

“E’ facile chiudere un occhio, agire è più difficile, avrei fatto la stessa cosa anche se fosse stata una partita di Champions contro il Real Madrid e lo farò sempre. Ero arrabbiato, triste, scioccato, il fatto che cose come queste accadano ancora nel 2013 è una disgrazia, non solo per l’Italia ma per il calcio nel mondo. Volevo mandare un segnale forte perché cose del genere non possono esistere, dobbiamo aprire gli occhi”.

Intanto sono stati identificati e denuncati all’autorità giudiziaria altri cinque tifosi della Pro Patria per il reato di divulgazione, in concorso, di espressioni di razzismo. I cinque sono stati identificati dagli agenti della questura di Varese e dalla Digos locale attraverso le immagini delle telecamere presenti durante l’amichevole Pro Patria – Milan. I cinque erano in compagnia del ragazzo identificato immediatamente al termine della partita e già deferito ieri per i cori razzisti indirizzati a Boateng.

Ufficiale: Pato lascia in Milan, torna in Brasile

pato_01_941-705_resize.jpgAlexandre Pato lascia il Milan: il brasiliano è stato ceduto al Corinthians per 15 milioni. A dare l’ufficialità è stato la stessa società rossonera  attraverso il proprio sito, dopo le 22. Il Papero si è recato per l’ultima volta a Milanello per salutare i suoi ormai ex compagni. E chissà che, come ha svelato Silvio Berlusconi, si tratti soltanto di un arrivederci, e Pato possa fare ritorno al Diavolo bello risanato tra qualche anno.

“Sono stati 5 anni fantastici, vi guarderò da lontano. In bocca al lupo, spero che il Milan con voi continuerá a vincere tutto”, ha detto l’attaccante. Visibilmente commosso, con gli occhi lucidi, il brasiliano ha poi lasciato il centro sportivo in auto, senza aggiungere altre parole.

“Società e giocatore hanno raggiunto un accordo che soddisfa entrambe le parti e la trattativa si è chiusa. Io ho sempre anteposto l’interesse del club a quello privato. Se ho tentato di trattenere Pato? Ho sempre anteposto l’interesse del club a quello privato – dichiara Barbara Berlusconi – negando qualsiasi intromissione “personale” – E, così come l’anno scorso, mi sono tenuta totalmente fuori dalla vicenda. Pato non andò al Paris Saint Germain semplicemente perchè mio padre e il giocatore non erano convinti del trasferimento”.

Tiziano Crudeli commenta Milan Pescara 4-1 (16/12/2012)

reree.jpgIl Milan continua la splendida risalita, conquistanto il quinto successo di fila. Inizio sprint con gol di Nocerino su assist di El Shaarawy. Fino a metà ripresa però non tutto fila liscio nel successo col Pescara: poco dopo il raddoppio rocambolesco con l’autorete di Abbruscato su cross innocuo di Robinho, il Pescara torna in partita con Terlizzi su solita disattenzione rossonera su calcio da fermo. Cala la nebbia su San Siro e anche sul Milan. Al 15′ Amelia calcola male un tiro da lontano di Balzano ed è salvato solo dal palo, poi masochisticamente un altro autogol di Jonathas chiude la gara. El Shaarawy fissa il 4-1, firmando il suo 14esimo gol in stagione.

Highlights Milan Zenith 0-1 (04/12/2012) C. L.

milan-zenit-200x129.jpgStadio: San Siro6° giornata Champions League

Milan: Abbiati; De Sciglio, Zapata, Acerbi, Mesbah (20′ st Robinho); Flamini (35′ st El Shaarawy), Ambrosini, Emanuelson; Boateng, Pazzini, Bojan (45′ st Petagna). All.: Allegri.

Zenit San Pietroburgo: Malafeev; Anyukov, Alves, Lombaerts, Hubocan; Shirokov (3′ st Kanunnikov), Semak (45′ st Lumb); Denisov, Witsel, Danny; Hulk (35′ st Zyryanov). All.: Spalletti.

Arbitro: Chapron (Francia)

Marcatori: 35′ Danny

Ammoniti: Flamini, Robinho (M), Hulk, Alves (Z)

Tiziano Crudeli commenta Parma Milan 1-1 (29/09/2012)

tiziano crudeli commenta parma milan 1-1,parma milan tiziano crudeli,parma milan crudeli 29 09 2012,commento tiziano crudeli milan parma,parma milan 1-1 2012Finisce 1-1 la sfida tra Parma e Milan, primo anticipo della sesta giornata di serie A. Il Milan assapora il gusto del secondo successo consecutivo, in gol al 4° della ripresa grazie al suo talentuoso “Faraone”, ma il Parma, riesce ad acciuffare il pari 15 minuti piu tardi su un calcio di punizione di Galloppa. 

Allegri a rischio: se sbaglia a Udine, salta

milan,notizie milan,ac milan,allegri milan,galliano,notizie milan 2012Massimiliano Allegri è appeso ad un filo, Udine sarà la sua ultima spiaggia. Al termine della gara con l’Anderlecht, il presidente Berlusconi ha pensato all’esonero ma una telefonata ad Adriano Galliani ha salvato il tecnico livornese. Nel caso ci sarà un altro pessimo risultato, in pole per sostituire l’allenatore ex Cagliari, che ha un contratto fino al 2014, c’è Mauro Tassotti, il suo vice. La suggestione sarebbe quella di affiancargli Pippo Inzaghi. E il sogno per la prossima estate rimane Guardiola.

Sorteggio Champions: Milan con Malaga, Zenit e Anderlecht

Sorteggio Champions,Sorteggio Champions ,milan,girone champions milan,sport,calcio,news,notizie milan,milan,ac milanAvvenuto il sorteggio della fase a gironi della Champions League: il Milan, inserito in prima fascia, oltre ai russi dello Zenit se la vedrà con i belgi dell’Anderlecht e gli spagnoli del Malaga nel gruppo C. I rossoneri debutterano martedì 18 settembre in casa con l’Anderlecht. Trasferta a San Pietroburgo il 3 ottobre, a Malaga il 24. Spagnoli a San Siro il 6 novembre, trasferta a casa dell’Anderlecht il 21 e chiusura a San Siro il 4 dicembre con lo Zenit. La finale si giochera’ il 25 maggio a Londra, nello stadio di Wembley.

Un girone equilibrato quello che attende il Milan in Champions League.