Tiziano Crudeli commenta Ajax Milan 1-1 (1/10/2013)

nbnb.JPGGrazie al rigore (che non c’era) procurato e trasformato da Balotelli, il Milan porta a casa un punto prezioso conto l’Ajax. Nei primi 45 minuti gli olandesi monopolizzano il gioco anche senza strafare: fanno possesso palla, allargano molto il gioco sugli esterni e mettono al centro diversi cross interessanti. Così Abbiati è costretto a metterci una pezza prima su Sighthorsson e poi su Duarte. Pericoloso anche un tiro di Fischer, che sfiora il palo. Il Milan non riesce ad imbastire un’adozione degna di nota. Nel secondo tempo, la musica cambia. Balotelli ci prova prima su punizione, poi con un destro a girare che finisce sulla traversa. I rossoneri chiedono un rigore per fallo di mano in area, che l’arbitro non vede. Ma al 44′  arriva la beffa: su calcio d’angolo Denswil salta più in alto di tutti segna . Ma nel recupero Balotelli si procura un rigore (fallo di Van der Hoorn), concesso generosamente da Erksson, lo trasforma e poi zittisce il pubblico. Punto prezioso per la classifica.

Tiziano Crudeli commenta Barcellona Milan 4-0 (12/03/2013)

dss4.jpgNulla da fare per il Milan che si inchina a un Barcellona stellare: finisce 4-0 al Camp Nou, nel match di ritorno degli ottavi di Champions League. Doppietta di Messi, poi David Villa e Jordi Alba nel recupero. Rossoneri gia sotto di 2 gol nel primo tempo, che può recriminare per un palo di Niang al 38° e un’occasione per Robinho a 8 minuti dal termine.

Highlights Anderlecht Milan 1-3 (21/11/2012) C.L.

Constant Vanden Stock,Anderlecht Milan 1-3,Anderlecht Milan 1-3 video,Highlights Anderlecht Milan,Anderlecht Milan video champions,mexes gol anderlechtStadio: Constant Vanden Stock
5° GIORNATA GIRONE C di CHAMPIONS LEAGUE

Anderlecht (4-2-3-1):
Proto; Gillet, Kouyatè, Nuytinck, Deschacht; Biglia, Kljestan; Bruno (20′ st Iakovenko), Praet (30′ st De Sutter), Jovanovic (33′ st Canesin); Mbokani. All.: Van den Brom

Milan (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Mexes (34′ st Zapata), Yepes, Constant (29′ st Emanuelson), Montolivo, De Jong, Nocerino, Boateng, Bojan (22′ st Pato), El Shaarawy. All.: Allegri

Arbitro: Damir Skomina (SVN)

Marcatori: 2′ st El Shaarawy, 26′ Mexes (M), 32′ st De Sutter (A), 45′ st Pato (M)

Ammoniti: Nocerino, Mexes, Abbiati (M), Biglia, Gillet (A)

Espulsi: Nuytinck (A)

Tiziano Crudeli commenta Milan Inter 0-1 (07/10/2012)

milan,tiziano crudeli commenta milan inter 0-1,milan inter 0-1,tiziano crudeli milan inter,inter milan telecronaca tiziano crudeli,milan inetr video tiziano crudeli 07/10/2012,milan,sport,video tiziano crudeliL’Inter vince il derby 1-0 grazie ad un gol di Walter Samuel in avvio e per il Milan è crisi, che si ritrova cosi, a sole 7 giornate di campionato, ad avere un distacco di 12 punti dal duo di testa Napoli-Juventus. I rossoneri, che sono apparsi decisamente poco incisivi nonostante un tempo giocato con un uomo in più, protestano per un paio di decisioni arbitrali (un gol annullato a Montolivo per un fallo dubbio di Emanuelson su Handanovic e un presunto rigore su Robinho). In tv si vede chiaramente un labiale di Allegri che urla al direttore digara: «Impara ad arbitrare». Dopo il vantaggio dell’Inter, due minuti piu tardi Milito fallisce il raddoppio. Il Milan a poco a poco trova coraggio e prova a farsi pericoloso ma senza la cattiveria necessaria. Sterile e confusionaria l’offensiva rossonera nel secondo tempo che non riesce a pareggiare nonostante l’uomo in piu e gli innesti di Allegri con Pazzini e Robinho.

 

Tiziano Crudeli commenta Zenit – Milan 2-3 (03/10/2012)

Tiziano Crudeli commenta Zenit - Milan 2-3,Zenit - Milan 2-3,,tiziano crudeli,tiziano crudeli commento,tiziano crudeli commenta milan zenith,zenith milan 3/10/2012,champions zenith milan 2-3 crudeliIl Milan torna dalla Russia con tre punti pesantissimi. A San Pietroburgo finisce 3-2 per i rossoneri, lo Zenit di Spalletti fa una bella figura, ma deve arrendersi a un “Diavolo” che nel complesso ha ben giocato, anche se per 25 minuti non ha capito nulla. Nei primi 20, invece, di gran lunga il miglior Milan di questo inizio della stagione. Arrivano i gol di Emanuelson (13′) ed El Shaarawy (16′), poi uno strepitoso Abbiati a respingere gli assalti di uno Zenit per niente rassegnato. Il portiere rossonero para tutto fino a pochi secondi dal termine del primo tempo,  beffato da Hulk. Nella ripresa, dopo appena 4 minuti, i russi pareggiano con Shirokov che di testa mette dentro a porta vuota e questa volta Abbiati sbaglia l’uscita. La foga dello Zenit va scemando, il Milan controlla e fa la partita. Al 30′ arriva il gol del 2-3: sul cross basso di Montolivo dalla destra, Hubocan anticipa Pazzini ma devia dentro la propria porta. Lo Zenit non ci sta, ma Abbiati è strepitoso sul destro di Anyukov al 37′. Finisce 3-2 per il Milan, vittoria importantissima, Zenit che resta a 0 punti e per Spalletti si fa durissima.

Milan-Viktoria Plzen 2-0 – Video

Milan-Viktoria Plzen 2-0 - Video, milan viktoria plzen,milan,notizie milan,sport Alla prima gara casalinga della stagione in Champions, il Milan non delude con il ritorno di Ibrahimovic, autore di un’ottima prestazione battendo per due reti a zero i cechi del Viktoria Plzen. Buona prestazione dei campioni della Repubblica Ceca per almeno un tempo poi esce il Milan formato coppa e grazie alle invenzioni di Ibra e le finalizzazioni di Cassano, che si sono cercati per tutta la gara, riescono a piegare la resistenza degli ospiti. All’8° del secondo tempo è lo svedese a sbloccare il risultato e al 21° è Fantantonio a chiudere la gara sul 2-0, poi la gara rimane su ritmi blandi, anche se i rossoneri concedono un pò troppo negli ultimi minuti agli avversari, rischiando si far riaprire la gara. Nell’altra partita del girone il Barça ha strapazzato i bielorussi del Bate Borisov per 5-0, rimanendo in testa a braccetto con i ragazzi di Allegri, che ha fine gara rilascia questa intervista:

“Abbiamo sprecato molto, ma soprattutto abbiamo concesso qualche ripartenza di troppo. In una è stato bravo Abbiati a fare una grande parata. Poi dopo il primo gol è stato tutto in discesa. Era importante vincere e recuperare Ibrahimovic che è un giocatore importante perché cambia le squadre”.