Tiziano Crudeli commenta Palermo Milan 2-2 (30/10/2012)

4343.jpgNell’anticipo della decima giornata di Serie A, il Milan torna dalla Sicilia con un pareggio che muove la classifica di entrambe le squadre, ma troppo poco perché questo 2-2 possa essere considerato positivamente. Allegri si affida all’ex Nocerino, che gioca in mediana con Montolivo e Flamini. Davanti, con El Shaarawy, c’è Pato, titolare per la seconda volta di fila dal settembre del 2011. In difesa torna Mexes, mentre in porta è confermata la fiducia ad Amelia. Palermo in vantanggio al 45° con Miccoli che traforta il calcio di rigore. I rosaneri all’inizo della ripresa,  trovano il gol del raddoppio con Brienza, che sfrutta un’indecisione della difesa rossonera e calcia dal limite dell’area indisturbato: pallone all’angolino e Amelia che si piega per la seconda volta a cavallo dei due tempi. Ma il Milan in questo secondo tempo è un’altra squadra. All’80esimo è il solito El Shaarawy, fin lì evanescente, a trovare con una zampata il gol del definitivo 2-2 sugli sviluppi di un’azione confusa all’interno dell’area rosanero.

Tiziano Crudeli commenta Milan Genoa 1-0 (27/10/2012)

5r.jpgNell’anticipo serale della nona giornata i rossoneri superano 1-0 il Genoa di Del Neri grazie al gol del solito El Shaarawy a un quarto d’ora dalla fine. A San Siro Allegri ripropone il 3-4-3 introdotto a Malaga, ma le risposte non sono positive. Proprio come in Spagna i rossoneri sono ben disposti in campo e lasciano poco spazio agli avversari, ma peccano nella costruzione della manovra. La prima conclusione porta la firma di Jankovic, una punizione potente ma centrale bloccata da Amelia all’8′. A ravvivare la partita ci pensa Zapata al 17′ con un incredibile errore: Antonelli ruba palla e mette al centro per Immobile, che sfiora il gol in un fortunato rimpallo con Amelia. Il Milan fa fatica, il colpo di testa di Yepes al 27′ e’ impreciso e allora ai rossoneri non resta che affidarsi al solito El Shaarawy: al 30′ il Faraone prova il destro dal limite dopo un’azione personale, ma la conclusione è deviata; al 38′ regala un assist vincente ai compagni, ma nessuno ne approfitta. Al 42′ Antonini deve lasciare il posto a Constant per un problema muscolare e questa rimarra’ l’unica novita’ al rientro dagli spogliatoi dopo l’intervallo. Nella ripresa, un destro di Abate viene respinto con i piedi da Frey al 54′ ma rimane un’ occasione isolata. Il Genoa ci prova dalla distanza con Merkel e Jankovic, ma al 77′ arriva il gol partita: Abate scatta in posizione sospetta servito da Emanuelson e mette al centro, El Shaarawy segna a porta vuota. Il Genoa non sa reagire e la partita finsice 1 a 0.

Formazioni ufficiali di Milan-Genoa (27/10/2012):

127855hp2.jpgEcco le formazioni ufficiali di Milan – Genoa (27/10/2012):

Milan (3-4-3): Amelia; Zapata, Bonera, Yepes; Abate, Montolivo, De Jong, Antonini; Emanuelson, Pato, El Shaarawy. All. Allegri

Genoa (4-4-1-1): Frey: Sampirisi, Granqvist, Bovo, Moretti; Jankovic, Kucka, Toszer, Antonelli; Bertolacci; Immobile. All. Del Neri

Tiziano Crudeli commenta Malaga Milan 1-0 (24/10/2012)

trf.jpgMilan sconfitto anche a Malaga per 0-1 nel terzo turno di Champions League. Gli spagnoli consolidano così il primo posto nel girone C a 9 punti, mentre i rossoneri restano a 4, con appena una lunghezza di vantaggio sui russi dello Zenit San Pietroburgo che stasera hanno battuto 1-0 l’Anderlecht, fermo a quota zero. A Malaga, dopo che il primo tempo si era chiuso sullo 0-0, al 64′ gli spagnoli hanno segnato il gol decisivo al 64′ con Joaquin. Al 45′ il Malaga, sempre con Joachim, aveva fallito un calcio di rigore. Una prova di cuore ed energia non basta al Milan, che fino all’ultimo ha provato ma non è riuscito ad evitare una sconfitta che complica il cammino in Champions League. Potrebbe però bastare ad Allegri per mantenere il suo posto e giocarsi le ultime chance sabato contro il Genoa.

Tiziano Crudeli commenta Lazio Milan 3-2 (20/10/2012)

54fd.jpgAltra sconfitta nell’anticipo serale a Roma contro la Lazio. Ora la classifica dei rossoneri si fa dura. Il Milan parte bene ma la Lazio al primo tiro capitalizza con Hernanes, bravo, con un paio di veroniche ad ubriacare Bonera; il difensore riesce solo a deviare leggermente il pallone, che scavalca Amelia e va ad insaccarsi nell’angolo alla sua sinistra. Al 41′ Candreva arriva ai 20 metri e fa partire un gran destro che sorprende Amelia, scavalcandolo, con il pallone che va a depositarsi nell’angolo a mezz’altezza alla sua destra. Nella ripresa, al quarto minuto, Candreva pesca Klose in area tutto solo insacca al volo di destro da distanza ravvicinata, 3 a 0. Al 16′ st: De Jong devia in rete, da pochi passi e in spaccata, una punizione ‘tagliata’ di Emanuelson. Altra fiammata dei rossoneri, complici anche i laziali che mollano troppo presto la gara e cosi, al 34′ El Shaarawy entra in area e, con un preciso diagonale rasoterra, batte Bizzarri, firmando il 3-2. Le chance di Allegri stanno per finire.

Tiziano Crudeli commenta Milan Inter 0-1 (07/10/2012)

milan,tiziano crudeli commenta milan inter 0-1,milan inter 0-1,tiziano crudeli milan inter,inter milan telecronaca tiziano crudeli,milan inetr video tiziano crudeli 07/10/2012,milan,sport,video tiziano crudeliL’Inter vince il derby 1-0 grazie ad un gol di Walter Samuel in avvio e per il Milan è crisi, che si ritrova cosi, a sole 7 giornate di campionato, ad avere un distacco di 12 punti dal duo di testa Napoli-Juventus. I rossoneri, che sono apparsi decisamente poco incisivi nonostante un tempo giocato con un uomo in più, protestano per un paio di decisioni arbitrali (un gol annullato a Montolivo per un fallo dubbio di Emanuelson su Handanovic e un presunto rigore su Robinho). In tv si vede chiaramente un labiale di Allegri che urla al direttore digara: «Impara ad arbitrare». Dopo il vantaggio dell’Inter, due minuti piu tardi Milito fallisce il raddoppio. Il Milan a poco a poco trova coraggio e prova a farsi pericoloso ma senza la cattiveria necessaria. Sterile e confusionaria l’offensiva rossonera nel secondo tempo che non riesce a pareggiare nonostante l’uomo in piu e gli innesti di Allegri con Pazzini e Robinho.

 

Tiziano Crudeli commenta Zenit – Milan 2-3 (03/10/2012)

Tiziano Crudeli commenta Zenit - Milan 2-3,Zenit - Milan 2-3,,tiziano crudeli,tiziano crudeli commento,tiziano crudeli commenta milan zenith,zenith milan 3/10/2012,champions zenith milan 2-3 crudeliIl Milan torna dalla Russia con tre punti pesantissimi. A San Pietroburgo finisce 3-2 per i rossoneri, lo Zenit di Spalletti fa una bella figura, ma deve arrendersi a un “Diavolo” che nel complesso ha ben giocato, anche se per 25 minuti non ha capito nulla. Nei primi 20, invece, di gran lunga il miglior Milan di questo inizio della stagione. Arrivano i gol di Emanuelson (13′) ed El Shaarawy (16′), poi uno strepitoso Abbiati a respingere gli assalti di uno Zenit per niente rassegnato. Il portiere rossonero para tutto fino a pochi secondi dal termine del primo tempo,  beffato da Hulk. Nella ripresa, dopo appena 4 minuti, i russi pareggiano con Shirokov che di testa mette dentro a porta vuota e questa volta Abbiati sbaglia l’uscita. La foga dello Zenit va scemando, il Milan controlla e fa la partita. Al 30′ arriva il gol del 2-3: sul cross basso di Montolivo dalla destra, Hubocan anticipa Pazzini ma devia dentro la propria porta. Lo Zenit non ci sta, ma Abbiati è strepitoso sul destro di Anyukov al 37′. Finisce 3-2 per il Milan, vittoria importantissima, Zenit che resta a 0 punti e per Spalletti si fa durissima.