Tiziano Crudeli commenta Milan Cagliari 3-0 (29/01/2012)

Tiziano Crudeli commenta Milan Cagliari 3-0,milan cagliari 3-0,milan cagliari commento tiziano crudeli,milan,cagliari milan 29-01-2012 crudeli,video commento tiziano crudeli milan cagliari Il Milan risponde alla Juventus con un netto 3-0 al Cagliari, domato dalla coppia Ibrahimovic-Nocerino nel primo tempo e  nella ripresa con Ambrosini. Prova di forza dei rossoneri nonostante il lungo elenco di defezioni, con Massimiliano Allegri che deve infatti rinunciare all’ultimo momento anche ad Antonini e Ambrosini, cambiando in corsa una formazione già fatta. Prima parte di gara con poche emozioni, cosi ci pensa al 32′ il solito Ibra. Dai 25 metri segna il suo 15° gol in campionato con una bordata chirurgica a fil di palo alla destra di Agazzi. La rete porta il Cagliari a sbilanciarsi e lascia campo ai rossoneri che sette minuti dopo trovano il raddoppio. E se non è Ibra a segnare è lui a fare l’assist: una sponda in area di petto per l’accorrente Nocerino che dal limite di sinistro infila nell’angolo il suo settimo gol. Ambrosini servito da Emanuelson, chiude la gara sul 3-0 e il Milan con trolla facilmente il finale.

Mercato Milan: Tevez o Maxi Lopez?

df.JPGNella sede del Milan si lavora per mettere a disposizione di Allegri un attaccante. “Tevez o Maxi Lopez? Comunque andrà a finire, sarò fortunato” ha commentato il tecnico toscano. Di certo i colloqui con il City non si sono interrotti dopo le dichiarazioni durissime del presidente del Manchester City “Per come stanno adesso le cose il Milan non è un’opzione seria per Tevez”. Ieri le parti si sono risentite fino al tardo pomeriggio. I citizens che hanno inflitto a Tevez una multa pari all’equivalente di sei settimane di stipendio dopo il ritorno in Argentina senza permesso, chiedono un prestito oneroso, il Milan non intende investire dei quattrini per soli quattro mesi di campionato. Se il popolo rossonero chiede l’arrivo dell’Apache, la proprietà è assai scettica. Nel frattempo Maxi Lopez aspetta l’evoluzione degli eventi. Ieri sera però è uscito per andare a cena da Giannino con Adriano Galliani. Già nel pomeriggio l’agente dell’argentino, Andrea D’Amico, si era mostrato assai ottimista: “Non so quando ma Maxi Lopez sarà un giocatore rossonero”. Entro domani sera il quadro sarà più chiaro: se non si sblocca la situazione con il City, il Milan chiude subito con Maxi Lopez.

Tiziano Crudeli commenta Novara – Milan 0-3 (22/01/2012)

novara - milan 0-3,tiziano crudeli novara - milan 0-3,commento tiziano crudeli novara milan,novara milan 22012012,tiziano crudeli commento milan novara video,video,sport,newsIl Milan vince tre a zero a Novara e resta attaccato alla Juventus, a un solo punto dai bianconeri in classifica. Nel primo tempo i rossoneri giocano al piccolo trotto, ma nel secondo tempo la mossa vincente di Allegri e’ l’inserimento di El Shaarawy, che da’ vivacita’ alla manovra. Cosi’, alla prima disattenzione difensiva dei piemontesi, il Milan passa: Ambrosini pesca Ibrahimovic lasciato solo in area dai difensori azzurri e lo svedese stoppa di petto e infila Ujkani. Il secondo gol lo segna Robinho, mentre la terza rete arriva allo scadere con un colpo di tacco di Ibra.

Tiziano Crudeli commenta Milan – Inter 0-1 (15/01/2012)

Milan - Inter 0-1,milan inter,sport,notizie,tiziano crudeli milan inter,commento tiziano crudeli milan inter 0-1,milan,milan inter 15-01-2012L’Inter batte il Milan grazie a un gol di Diego Milito a inizio ripresa e riapre il campionato, inserendosi di prepotenza tra le squadre candidate al titolo. Ritmi alti in campo e proprio in avvio il gol annullato a Thiago Motta sugli sviluppi di un calcio piazzato. Ci prova Boateng con decisione, poi Pato (che poi uscirà tra i fischi). Al 36′ Alvarez ha sul piede una palla magica ma calcia di sinistro senza convinzione. Il Milan insiste e sul finire del primo tempo Van Bommel colpisce la traversa, arriva Emanuelson come una furia ma Julio Cesar salva. Il derby svolta nel secondo tempo quando al 9′, con il Milan sbilanciato in avanti, arriva il contropiede ‘capitanatò da Zanetti che vede avanzare Milito e lo cerca con un bel lancio. Abate sbaglia e spalanca la porta al Principe che controlla di destro e calcia di sinistro. Il Milan tenta di riagguantare la partita ma l’impresa è complicata e i cambi tattici non bastano, anzi complicano. I diavoli tentano l’assedio ma la difesa nerazzurra rimane composta e attenta. Finisce 1-0. Allegri a fine gara commenta: è stata una giornata in cui le prime tre della classifica hanno fatto solo un punto, il Milan non esce ridimensionato dalla sconfitta nel derby.

Lite Allegri – Paparesta – Pistocchi a Mediaset – Video

sd.jpgIl tecnico rossonero è arrivato ai microfoni della redazione sportiva di Mediaset e alla domanda sul discusso rigore, Maurizio Pistocchi e l’ex-arbitro Giancluca Paparesta in studio hanno sostenuto la tesi del fallo di Pato su Manfredini e quindi l’errore di Rizzoli con dei toni che ha fatto sbottare Allegri.

“Questo è un rigore netto: Pato prende posizione a protezione della palla e Manfredini lo travolge – ha dichiarato l’allenatore del Milan – A scuola mi hanno insegnato che in fisica è difficile oltrepassare un corpo solido”.

“Manfredini è davanti a Pato? Ma dove davanti? Paparesta non la pensa così? Paparesta in carriera ne ha dati di molto peggio in carriera. Avete chiesto la mia opinione e ve l’ho data”, ha sbottato Allegri.

Tiziano Crudeli commenta Atalanta – Milan 0-2 (08/01/2012)

Tiziano Crudeli Atalanta -Milan 2-2,tiziano crudeli,atalanta milan 0-2,crudeli atalanta milan commento,video milan,milan,sport Il Milan vince sul campo, sempre ostico, dell’Atalanta per 2-0 con i gol di Ibrahimovic (rigore discusso) nel primo tempo e di Boateng nella ripresa, su grande azione di Ibra. Lo svedese ha orchestrato alla perfezione il gioco offensivo dei rossoneri: sue entrambe le azioni che hanno innescato le due reti, cui si e’ affiancata la solita precisione dal dischetto. Il tecnico Allegri soddisfatto del match e della partita giocata da Pato. I rossoneri restano in testa alla classifica insieme alla Juventus, vittoriosa a Lecce per uno a zero.

Milan batte il Psg di Ancelotti in amichevole: 1-0 a Dubai

fg.jpgDopo due settimane di astinenza dal calcio giocato,  i rossoneri tornano in campo e lo fanno in quel di Dubai contro il Psg degli ex Diavolo, Leonardo e Ancelotti. Allegri, per il primo match del 2012 decide di affidarsi al tridente delle meraviglie Ibrahimovic, Robinho e Pato, tanto desiderato dagli sceicchi del club francese e dal duo Leonardo-Ancelotti. A centrocampo spazio per Aquilani, Nocerino e Van Bommel con Gattuso pronto a subentrare durante la ripresa. In difesa dentro il giovane De Sciglio sulla destra, con Mexes e Thiago Silva al centro e Taiwo a sinistra. TIn porta Amelia. Ancelotti, nella sua prima uscita da allenatore dei parigini, deve trovare subito il ritmo giusto. Già dopo poco più di 4 minuti arriva la prima azione e il primo gol per i rossoneri: è Ibrahimovic a raccogliere palla da De Sciglio e ad incunearsi nella difesa avversaria; scambio con Pato e sfera che ritorna allo svedese che, vedendo l’uscita del portiere, ricede il pallone al brasiliano. Il Papero, tutto solo, appoggia in rete ed, assieme a Nocerino, va subito a ringraziare il generoso ed altruista Zlatan. il Psg crea un paio di buone occasione con Amelia pronto, ma al 17° De Sciglio crossa al centro dove Nocerino, in rovesciata, colpisce la traversa. La partita si addormenta e il Diavolo prova a rendersi pericoloso con qualche accelerazione di Pato ed Ibrahimovic che però vengono agevolmente stoppate dalla difesa avversaria.  Nella ripresa girandola di cambi per entrambe le squadre; dopo oltre quattro mesi di assenza per l’infortunio al nervo ottico, torna ad assaprare il campo ringhio Gattuso. Con lui, nei nuovi 11 in campo, spazio anche ad Abbiati; Zambrotta, Nesta, Bonera, Antonini; Ambrosini, Emanuelson ed, appunto, Gattuso; Valoti, El Shaarawi, ed Inzaghi. La prima occasione della ripresa capita, al 53’, sui piedi di Inzaghi, ma Sirigu para. Occasioni da una parte e dall’altra, dove il Psg pareggia ma solo il conto dei legni perchè Nenè colpisce una traversa con un tiro a giro di sinistro. La partita arriva cosi al 90°. Finisce 1-0 per i rossoneri, con Pato tornato decisivo, anche se solo in amichevole, dopo una settimaa travagliata. Allegri commenta: Gattuso l’ho visto discretamente bene, era alla prima partita dopo un lungo stop, non dimentichiamo che l’ultima gara l’ha giocata i primi di settembre”, spiega Allegri che ha elogi e belle parole anche per Pippo Inzaghi. “Ha fatto bene, ma credo sia nel suo dna il comportarsi come ha fatto stasera, è anche un esempio per i più giovani e sono contento di quello che ha fatto”. Chiuso il mini-ritiro invernale, il Milan è pronto a tornare a casa. “Portiamo in Italia un pò di sole, ma adesso dobbiamo pensare subito all’Atalanta, sarà una partita molto difficile per noi anche perchè, dopo la pausa, è sempre strano giocare e noi sappiamo che a Bergamo non sarà facile”.